IRAP e dentisti

La telenovela dell’IRAP continua!
irap-focus-847Dunque: la Sentenza n. 7291/16 della Suprema Corte di Cassazione a Sezioni Unite afferma che il Medico di Medicina Generale non è soggetto all’IRAP neppure quando esercita in forma associata nella cosiddetta Medicina di Gruppo. Per quanto tale sentenza risulti sorprendente, conviene prenderne nota. Infatti se presupposto di applicazione dell’IRAP è una qualche autonoma organizzazione che differenzi il contribuente dal singolo professionista, pare strano che una organizzazione che vuole addirittura andare a rappresentare una struttura sanitaria complessa e polivalente sul territorio, con funzioni pubbliche di sostituzione o supplenza rispetto alle carenze del SSN, non sia in sè, a priori, una organizzazione autonoma soggetta all’IRAP.
In ogni caso conviene prenderne nota, soprattutto per il ben diverso trattamento riservato ai dentisti: noi siamo, sembra, per definizione soggetti IRAP. Nulla conta il numero e la qualifica dei soggetti che lavorano con/per noi. Non è chiaro, proprio per nulla direi, cosa noi abbiamo di più e di più “spremibile” rispetto ai Medici di Famiglia. Forse che forse la vera differenza è che loro hanno un sindacato che sa far valere le proprie “ragioni”?

Tale illegittimo sospetto ci viene quando scopriamo che un singolo dentista ha vinto un ricorso nel quale chiedeva appunto di essere esonerato dal pagamento dell’IRAP. La Commissione Tributaria gli ha dato ragione, argomentando che la presenza di dipendenti di per sè non è motivo per assoggettare all’IRAP la nostra attività: non per nulla anche nelle Medicine di Gruppo hanno dipendenti!

Qui ( irap ) si può leggere la sentenza. Saremmo tanto contenti che la leggessero i nostri rappresentanti (sindacali? ordinistici? parlamentari?) per una ragione sola: è inutile che i cittadini si lamentino in continuazione delle nostre tariffe, quando ogni occasione è buona per farci pagare un altro balzello, a noi e solo a no!

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti protetti da WP-SpamShield Spam Plugin