Le sette virtù di una assistente di qualità

Nellie CromwellLiberamente tradotto dall’articolo di Claudia Pohl, Presidentessa della American Dental Assistants Association
, The seven habits of highly effective dental assistans.

[Nella foto: Nelli Cromwell. Cominciò a lavorare come dentista nelle Filippine nel 1957 dopo la laurea all’università di Manila Est. Dopo sette anni si trasferì nell’Iowa seguendo il marito che aveva conosciuto mentre era in servizio nella Marina Militare USA. Nell’Iowa a causa del mancato riconoscimento della laurea, iniziò a lavorare come assistente e continua tutt’ora: a 80 anni dà ancora filo da torcere anche alle assistenti più giovani.

Una carriera sicuramente inusuale soprattutto dal punto di vista della normativa sul lavoro in Italia!]

Che cosa rende efficente una assistente dentale? Vi siete mai domandati perchè alcune eccellono nel loro lavoro mentre altre rimbalzano di lavoro in lavoro e si sentono sottovalutate? Qual’è la differenza tra quella che io chiamo “una assistente da 5 dollari” e qualcuna che è valorizzata nel proprio lavoro? Stephen Covey risponde a questo nel suo libro “Le 7 attitudini della gente molto efficente”. Cosa significano queste 7 attitudini applicate all’assistenza dentale?

 

1. Sii Proattiva

Come assistenti dentali noi lavoriamo come parte di una squadra, ma lavoriamo per qualcun altro. È molto facile sentirsi intrappolate come se non avessimo il controllo del nostro lavoro e, perciò, della nostra carriera – e questo può riversarsi dolorosamente nel nostro modo di vivere. Una assistente proattiva è quella che prende responsabilità – per la propria vita, scelte e carriera. Prendersi responsabilità fa crescere le persone. La gente proattiva tende ad accettare gli altri (e le loro scelte) così come sono. Ha il coraggio di fare le proprie scelte anche quando i colleghi non sono d’accordo affatto.

L’opposto di proattivo è reattivo (agire dopo invece di prima), inattivo o passivo. La gente reattiva dipende dalle circostanze. Essi contano sugli altri per fare scelte, e sono facilmente influenzati dalle opinioni altrui. Si possono sentire persone passive dire cose del genere: “Non lo posso fare”, “Non funziona” oppure “Non ho scelte”. Essi accusano gli altri per le proprie scelte e i propri errori (“L’ho fatto perchè…” “Non posso essere utile perchè …” oppure “non è colpa mia perchè…”). Mentre sembra che in apparenza queste persone si sgancino, in realtà la persona reattiva lascia che altri controllino la propria vita.

 

2. Iniziare con l’obiettivo finale in testa

Una assistente di alta qualità ha una visione della propria vita. Avete pensato ai vostri obiettivi di carriera? Dove volete essere tra tre anni … cinque anni … 20 anni? Una assistente di alta qualità sa dove sta andando e quindi lavora perchè ciò si realizzi.  Perchè siete nell’odontoiatria? Che cosa volete ottenere? Volete ottenere un diploma o dei crediti? Una formazione avanzata? Continuare la vostra educazione?

Se non avete riflettuto su questo, correte il rischio di guardarvi indietro tra 20 anni e domandarvi cosa avete ottenuto – il che dà agli altri la possibilità di modificare la vostra carriera perchè non sapete chi siete e quali sono i vostri obiettivi. Stephen Covey ha scritto: “Se la vostra carriera non va dalla parte giusta, ogni passo che fate vi porta nel posto sbagliato più velocemente”.

Forse è il momento di sviluppare una enunciazione dei vostri obiettivi personali che metta a fuoco cosa volete dalla vostra carriera. Questo potrebbe includere la vostra filosofia personale – in che tipo di pratica dentale volete lavorare – dimensioni, tipo, campo di lavoro, eccetera?

 

3. Mettete prima le cose importanti

Una assistente di qualità ha la capacità di dire NO. Perchè mai dovreste voler dire no? Una assistente veramente di qualità sa che nella vita l’equilibrio è importante per la salute generale. Mentre ci sono tante cose su cui potreste passare del tempo, voi dovete scegliere (in base ai vostri obiettivi personali, valori e priorità) come volete passarlo. Quando fate scelte basate su questi valori e queste priorità, non c’è colpa o conflitto con la scelta giusta.

Conoscete qualcuno che non sa dire no? Questa gente può fare tante cose e nessuna bene. O forse stanno trascurando altri aspetti della loro vita, come il loro benessere fisico o emozionale. Molte volte questo dipende dal fatto che non sanno chi sono, dove stanno andando e come fare per riuscirci.

 

4. Pensa vinco-vinci

L’odontoiatria è un ambiente di squadra – o perlomeno dovrebbe esserlo. Ma quante volte chi ci lavora diventa territoriale, dispettoso, calunniatore, o concentrato sulla produzione piuttosto che sul paziente? Questa è una situazione io vinco – tu perdi, non è vero?

Un punto di vista vinco-vinci significa vedere la vita e le situazioni con un modello tipo: “Noi tutti possiamo ottenere ciò che vogliamo”. Questo schema mentale cerca il vantaggio reciproco in ogni situazione. Invece di cercare di “vincere” (il che implica che qualcuno “perde”), una vera assistente di qualità cerca l’accordo e le soluzioni. Per ciò, tuttavia, dovete essere sincere con i vostri sentimenti e i vostri valori ed essere in grado di esprimerli con rispetto agli altri, e credere che chiunque possa vincere.

 

5. Cercare prima di capire e dopo di essere capita

La comunicazione in odontoiatria è molto importante, non è vero? Noi abbiamo bisogno di comunicare efficacemente con i pazienti, il medico e i nostri colleghi. Ma questo talvolta diventa un po’ complicato. Noi abbiamo bisogno di ricordarci che siamo in una professione di servizio, e perciò dobbiamo mettere i bisogni degli altri (specialmente i pazienti) sopra i nostri.

Quando insistiamo nell’aver ragione o nel sostenere il nostro punto (forse perchè non siamo d’accordo) rischiamo di ignorare o minimizzare l’altra persona.

Quando ci coinvolgiamo e ascoltiamo davvero in modo empatico il paziente, il medico e i colleghi, aumentiamo la nostra capacità di capire davvero il loro punto di vista e i loro sentimenti. Ma se è facile pensare che se facciamo capire loro che li capiamo ciò significa che siamo d’accordo, questo tuttavia non è necessariamente come stanno le cose.

 

6. Sinergizzare

Sinergizzare può essere emozionante. Cosa significa? La definizione è cooperare con un altro per ottenere qualcosa , e due o più persone che lavorano insieme per ottenere un risultato non ottenibile da ciascuno isolatamente. È un concetto eccitante, non è vero? Quando funziona, lo è! Alcune delle esperienze più soddisfacenti nelle quali sono stata coinvolta si sono realizzate come sinergia di più persone.

In odontoiatria noi abbiamo la possibilità di lavorare in modo sinergico sempre. Per farlo tuttavia una deve essere aperta ai suggerimenti degli altri e alle nuove soluzioni (qualche volta però è il medico che non è aperto, vero?). Richiede la comprensione che la diversità è buona e che a causa di queste differenze noi possiamo ciascuno portare qualcosa di diverso al tavolo. Insieme la soluzione e le idee sono migliori, e anche la pratica dentale sarà migliore.

 

7. Curate l’aspetto

 

Ci sono riferimenti a questo principio nelle Scritture, e popolari autori vi si sono riferiti. Il concetto è che noi lavoriamo meglio quando siamo freschi e curati. Come possiamo trattare i nostri pazienti e colleghi con considerazione, cercando vantaggi reciproci nei conflitti, quando non ci prendiamo cura di noi stessi e siamo squilibrati?

Cosa significa “curare l’aspetto”? È diverso per ciascuno di noi, dipende da come trattate voi stessi. Potete aver bisogno di viziarvi o di provocarvi. Fisicamente può significare mangiare meglio, fare esercizio o riposare. Socialmente può significare spendere tempo nelle vostre relazioni. Spiritualmente potete aver bisogno di passare del tempo nella natura o gustare l’arte o pregare o meditare.

Per quanto riguarda la vostra carriera, può significare essere aggiornato con l’educazione continua o avanzare mediante dei corsi, fare volontariato o facendovi coinvolgere nella vostra organizzazione professionale.

 

Infine, voi come vi valutate? Quanto siete di qualità? Vi prendete responsabilità per le vostre scelte? Sapete dove siete dirette? Siete coscienti delle vostre priorità e dei vostri valori? Cercate dei modi perchè ciascuno ottenga ciò che vuole? Siete aperte ai suggerimenti altrui e capaci di lavorare insieme a loro? Vi prendete del tempo per curarvi di voi e mantenervi in equilibrio?

Essere una assistente dentale “di qualità (highly effective)” vi farà portare un contributo a qualunque studio e aumenterà il vostro valore. E sarete una persona più completa anche fuori dallo studio.

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti protetti da WP-SpamShield Spam Plugin