Privacy is privacy!

Nicole_MinettiUn dentista è stato condannato a due anni e mezzo di prigione per aver effettuato riprese sul proprio staff.

Il dentista tedesco è stato condannato venerdì scorso per aver messo nello spogliatoio del personale una telecamera. Un anno fa il personale scoprì la telecamera e lo riferì alla polizia, la quale trovò nel computer del dentista 52enne più di 7,200 filmati del suo personale con indumenti intimi o anche nudo.

Il presidente del tribunale, leggendo la sentenza, ha detto: “Occhi estranei non hanno posto in uno spogliatoio”.

Il dentista non ha mostrato alcun segno di pentimento durante tutta la durata del processo. Al momento egli esercita ancora ma probabilmente perderà la licenza se la sentenza diventerà definitiva.

Vabbuò: è vero che il Documento per la Protezione dei dati Sensibili non è più obbligatorio, ma la tutela della privacy lo è ancora!

(è per ridere un po’: tra i commenti qualcuno osserva che per fare 7.500 filmati a quattro persone (quelle che sono state risarcite) deve aver impiegato un sacco di tempo e in effetti con soli 365 giorni in un anno sembrano davvero tanti filmati! Ma la fondatezza di una notizia non è necessariamente in rapporto con il suo umorismo)

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti protetti da WP-SpamShield Spam Plugin