Un Dentista all’Inferno

traduzione di google e revisione mia dal portoghese da http://www.netdentista.com/2007/12/dentista-no-inferno.html

Gli Escovódromos sono strutture portatili composte di  lavelli, specchi e rubinetteria per le istruzioni di igiene orale di comunità.

Gli Escovódromos sono strutture portatili composte di lavelli, specchi e rubinetteria per le istruzioni di igiene orale di comunità.

 

Un dentista arriva alle porte dell’inferno e vi viene ammesso. Appena arrivato però si scopre insoddisfatto per il basso livello di igiene dell’inferno e comincia a fare progetti per arginare il caos.

Poco tempo dopo all’inferno non c’era più l’insopportabile alito cattivo dei dannati, nessuno si lamentava più di mal di denti, i bagni avevano aree dedicate all’igiene orale (escovódromos, vedi l’immagine), e quindi erano più puliti e profumati. Il dentista era divenuto molto popolare.

Un giorno Dio chiama il diavolo al telefono e gli chiede ironico: Allora, come vanno le cose laggiù?

Il diavolo: Una meraviglia! Ora qui tutti si baciano sorridendosi a vicenda, non ci sono più persone sdentate, sono tutti più felici … si alimentano meglio … per non parlare che il nostro dentista ha altri grandi progetti!

Dall’altra parte della linea, sorpreso, Dio dice: Cosa? Hai un dentista lì? È stato un errore! I dentisti non vanno mai all’inferno. Mandalo qui subito !

Il diavolo risponde: Non se ne parla neppure! Mi è piaciuto avere un dentista e lo terrò qui.

Dio, arrabbiato, lo minaccia: Mandalo qui, subito, o avvierò le opportune azioni giudiziarie.

Al che il diavolo si mette a ridere : Hahahaha … ! E dove lo trovi un avvocato? Quelli sono tutti qui!

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

2 pensieri su “Un Dentista all’Inferno

  1. Anzitutto mi scuso per…l’intrusione ma, condividendo questo indirizzo mail con mio marito, odontoiatra, mi capita spesso di leggerVi, nonostante la mia professione sia ben diversa poiche’ io sono…avvocato!!! Tranquilli. La barzelletta mi ha anche fatto sorridere, soprattutto perche’ i dentisti hanno spesso bisogno di noi che, se siamo spesso collocati all’inferno magari e’per cercare di tirare fuori dai guai qualcuno! Ironia a parte, comunque, codivido il Vostro impegno e le Vostre lotte per un esercizio piu’ “umano” della professione e, soprattutto contro la burocrazia che sta ammazzando tutte le libere professioni e non solo. Se, dall’inferno, potro’ darvi una mano e sostenerVi, cio’ sara’ sicuramente un piacere.
    Avv. Francesca Scatto

  2. Grazie per l’appoggio, avvocato.
    Non c’è dubbio: la burocrazia è la peste dell’Occidente. Purtroppo è una peste che dà da mangiare a molti, anche avvocati, consentirà. Ma nessuna professione può chiamarsi del tutto fuori: in fin dei conti anche noi dentisti invochiamo norme protezioniste, talvolta, le quali necessariamente hanno un risvolto burocratico.
    Perciò un buon mea culpa generale sarebbe un buon inizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti protetti da WP-SpamShield Spam Plugin