Marche da bollo

Lettera aperta al presidente del Consiglio dei Ministri on.Letta

20791_le-vecchie-marche-da-bollo-da-1-81-euro-adesso-costano-2-euroOnorevole Letta

lo scrivente è un odontoiatra regolarmente iscritto all’albo e in attività da un certo numero di anni. Leggo i giornali e mi rendo conto che il suo governo è preoccupato della crisi economica in atto e ritiene di trovare incentivi per le aziende che assumono o investono.

Epperò, cosa vuole, io in quanto odontoiatra ho in testa tutto l’andamento della mia azienda e vedo che ciò che metto da una parte, lo devo togliere dall’altra: i contributi all’occupazione vengono comunque dalle nostre tasse, ciò che ci date con una mano ce lo togliete con l’altra (maggiorato, non è neppure il caso di dirlo, di tutti gli sprechi, l’inefficienza e anche, perchè negarlo? la corruzione statale).

Invece mi domando perchè non si faccia ogni sforzo per quegli interventi che non costano nulla e tornano di vantaggio per tutti. Primo tra tutti la semplificazione legislativa.

Perchè, vede, in un paese civile, gli adempimenti necessari per avviare e mantenere una attività dovrebbero essere alla portata di un qualunque cittadino con una cultura medio bassa. Non è degno di una paese civile leggere al mattino i giornali per scoprire le leggi che si dovranno rispettare quel giorno.

Ma è ancora meno degno scoprire nel pomeriggio o in serata la normativa in vigore dal mattino. Perchè così è andata per la legge 71 del 24 Giugno 2013. Vede, ieri nel primo pomeriggio il mio commercialista mi ha inviato una mail avvisandomi che per le fatture di importo superiore a 77.47 euro avrei dovuto applicare la marca da bollo di 2 euro e che se avevo a disposizione ancora marche da bollo da 1.81 avrei dovuto acquistare l’integrazione di 1.19 euro. Ma soprattutto mi avvisava che l’obbligo era in vigore dalla mattina stessa!

Tuttavia io lavoro: già, sono uno dei pochi? Non lo so ma lavoro e quando lavoro non leggo le e-mail per cui presi coscienza dell’obbligo in serata. Nel frattempo avevo emesso un certo numero di fatture. Mi viene da ridere: che sia io l’unico ad emettere ricevute nonostante la fama di evasori che abbiamo noi dentisti? In ogni caso le fatture di ieri avevano tutte un bollo da 1 euro e 81 centesimi come quelle dell’altro ieri!

In serata mi arrivò anche la mail di una associazione culturale e questa mattina quella di un sindacato per informarmi della novità. Ovviamente non mi aspettavo che mi informasse il governo o una qualche istituzione, in quanto la legge non ammette ignoranza e io dovrei leggere ogni giorno la Gazzetta Ufficiale per sapere cosa passa per la testa ai governanti che io ho eletto. Sia ben chiaro che io non ho nulla da dire sulla destinazione dei soldi recuperati con l’aumento della marca da bollo, che sarebbero i terremotati dell’Abruzzo, ma soltanto sulla modalità di comunicazione della variazione.

Questa vicenda reale vorrei, onorevole Letta, le suggerisse un sistema molto semplice per dare un eccezionale impulso alla competitività del sistema Italia: abolire, eliminare, cancellare tutte quelle norme e quelle modalità di governo che creano difficoltà ad un cittadino medio con una cultura media. E le suggerisco un test semplice semplice: apra lei una azienda e cancelli tutte quelle norme che lei non è in grado di rispettare senza un consulente. Mi rendo conto che lei, onorevole, non è un cittadino di cultura media, ma sarebbe già un enorme passo avanti e sono convinto che quando lei si vedrà piombare addosso sanzioni e multe nonostante ogni buona volontà e intenzione, come io mi  aspetto per le ricevute emesse ieri, si renderà conto che qualcosa dobbiamo farlo. E subito.

Cordialmente

Slowdentistry

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Un pensiero su “Marche da bollo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti protetti da WP-SpamShield Spam Plugin