DA CONSIGLIO DI STATO STOP AD OBBLIGO AUTORIZZAZIONE

Comunicato AIO

Nella foto la dottoressa Oria Settesoldi del TAR Veneto che ha recentemente sentenziato in senso contrario rispetto al Consiglio di Stato

I requisiti e la procedura per ottenere l’autorizzazione all’esercizio dell’attività decisi per tutta Italia dalla conferenza stato-regioni nel 2016, molto complessi per gli studi odontoiatrici “medi”, si riferiscono in realtà a strutture che praticano attività “invasive”. AIO ha sempre sostenuto come l’Odontoiatra non pratichi tali attività e non debba farsi autorizzare dalla Regione, ma deve solo comunicare all’Asl l’apertura dello studio ed attenderne il controllo. Il Consiglio di Stato dà ragione alla nostra Associazione che ora scriverà alle Regioni perché mettano da parte l’intesa di due anni fa e non chiedano adempimenti impropri ai professionisti. Continua a leggere